Internazionalizzazione PMI

Internazionalizzazione PMI

I recenti sviluppi delle nuove tecnologie della comunicazione, la globalizzazione e l’evoluzione economica mondiale, hanno spinto numerose aziende ad internazionalizzare il proprio mercato verso l’inserimento dei propri prodotti in nuovi ambienti e nuove culture. Il processo di internazionalizzazione di una PMI è rappresentato principalmente dalla realizzazione di nuove relazioni con l’estero, sfruttando strategie mirate a partire dalla produzione del servizio o prodotto (già pensato per essere internazionale) sino alla realizzazione di nuove strategie e metodi avanzati di Marketing operativo.

Il concetto di internazionalizzazione PMI oltre che ad interessare principalmente il piano produttivo di un’impresa è una strategia  strettamente legata alle attività di promozione del prodotto.
Molte aziende ad esempio dedicano una percentuale del proprio capitale ad attività come:

  • Partecipazione a fiere estere
  • Realizzazione di fiere internazionali in Italia
  • Pubblicità e realizzazione di campagne all’estero
  • Corsi di formazione internazionali

Sul piano economico, e produttivo, l’internazionalizzazione consente inoltre all’economia locale e territoriale di recepire nuova forza valore dai mercati allargando i propri orizzonti.

Sfruttare il raggruppamento di imprese:

In molti casi, le PMI più lungimiranti che, nonostante le piccole dimensioni decidono di internazionalizzare il proprio mercato, oltre ad usufruire di numerosi interventi pubblici che lo Stato Italiano eroga con dei bandi a livello territoriale, in alcuni casi decidono di organizzare “raggruppamenti di imprese” costituendo gruppi commerciali ad hoc, consorzi o associazioni di settore e categoria per unire le proprie forze e realizzare progetti comuni più grandi per il raggiungimento dei mercati esteri.

Questo tipo di strategia consente in questo modo anche alle piccole realtà la realizzazione di obiettivi più grandi altrimenti irrealizzabili.

Link utili– Ministero dello Sviluppo Economico:

Dipartimento per l’internazionalizzazione